Cause di mortalità
IT | EN
Operazione Cicogna bianca

La Cicogna bianca è un uccello di grandi dimensioni che conosce pochi predatori naturali. Eccezionalmente, infatti, è stata accertata la predazione da parte di grandi rapaci, in particolare da parte di Aquile dei Bonelli.

Numerose, invece, sono le minacce dirette ed indirette di origine antropica che esercitano talvolta un forte impatto sulle popolazioni locali.

In particolare, l’elettrocuzione e l’impatto contro cavi aerei costituiscono la principale causa di morte della Cicogna bianca in Europa, con particolare riferimento ad animali giovani, in migrazione o rilasciati dai Centri Cicogne.

Al fine di contenere l’impatto dell’elettrocuzionee dell’urto contro cavi aerei sullo stato di conservazione delle specie migratrici, nel settembre 2002 la Conferenza delle Parti (COP) relativa alla “Convenzione sulla conservazione delle specie migratrici
appartenenti alla fauna selvatica”
(adottata a Bonn il 23 giugno 1979) ha adottato la Risoluzione 7.4 “ELECTROCUTION OF MIGRATORY BIRDS”. Il documento invita le Parti a intervenire affinché venga minimizzato il rischio di elettrocuzione sugli uccelli e le aziende costruttrici a prevedere misure finalizzate a proteggere gli uccelli migratori dal rischio di elettrocuzione, incoraggiando anche la collaborazione con le organizzazioni di conservazione della natura. Con analogo contenuto, il 3 dicembre 2004, il Comitato permanente istituito ai fini della “Convenzione relativa alla conservazione della vita selvatica e dell’ambiente naturale in Europa” (adottata a Berna il 19 settembre 1979) ha adottato la Raccomandazione 110.

Il censimento delle linee elettriche potenzialmente pericolose e la raccolta di informazioni relative ai casi di impatto costituiscono due azioni fondamentali al fine di definire modalità e tempi di eventuali interventi mirati a prevenire ulteriori perdite di soggetti preziosi.

Se vuoi collaborare alla raccolta di informazioni sulle linee elettriche pericolose puoi scaricare il pdf informativo CICONIA – FOGLI DI CONSERVAZIONE DELLA CICOGNA BIANCA nr.1 oppure puoi prendere contatti con Legambiente Lombardia Onlus, scrivendo a lombardia@legambiente.org o contattando l’Associazione al seguente recapito telefonico +39 338 6320830 (Centro Cicogne Cascina Venara).

Utente non registrato
utente:
password:
 
Legambiente è partner di
una alleanza per la
conservazione della biodiversità

il 5 per mille non ti costa nulla, ma può fare molto...
Le Aziende possono sostenere la tutela della Cicogna bianca. Le erogazioni liberali sono deducibili.
Un futuro sostenibile non è un sogno, dipende dal nostro impegno di oggi. Aiutaci a costruire un mondo capace di futuro.

Sostieni il programma nazionale di conservazione della Cicogna bianca.
Compila l'apposito form on-line. Il tuo avvistamento entrerà così a far parte del database nazionale degli avvistamenti di cicogne bianche.
Campagna nazionale di raccolta fondi per la conservazione della Cicogna bianca
Crediti     |      Mappa del sito     |      Termini d'uso     |      Privacy      © 2005 Associazione Olduvai Onlus Tutti i diritti riservati
Attenzione! Il sito su cui ti trovi non verrà più aggiornato in futuro. Per migliorare il servizio infatti Legambiente sta spostando tutta la comunicazione sul nuovo sito dell\'associazione. Potrai continuare a seguire i contenuti di questo sito e di altri su: http://lombardia.legambiente.it/. Ci scusiamo per il disagio. Legambiente Lombardia.