News
IT | EN
Meno autostrade e più treni per una Lombardia Low-Carbon
Legambiente contesta la cosiddetta 'legge obiettivo' appena promulgata dalla Regione Lombardia

“Visto che non sembrano bastare argomenti quali: la strategia europea per la riduzione dei gas-serra (che fissa l'obiettivo -30% di CO2 da raggiungere entro il 2020 in tutta l'UE), l'emergenza smog che si ripropone puntuale ogni inverno in tutta la Pianura Padana o le proteste dei pendolari costretti a viaggi impossibili per raggiungere il loro posto del lavoro, speriamo che almeno l'aumento del prezzo del petrolio serva a imporre un cambiamento degli investimenti infrastrutturali lombardi”. Sono queste le parole che Legambiente usa per contestare la cosiddetta 'legge obiettivo' appena promulgata dalla Regione Lombardia, che secondo l'associazione scatenerà una vera alluvione di cemento e asfalto in tutta la regione, ed anche per questo che l'associazione ambientalista scenderà in piazza, il 7 giugno, per la Marcia per il Clima, la mobilitazione che sfilerà nel centro di Milano insieme a delegazioni di oltre cento associazioni provenienti da tutte le regioni italiane per chiedere politiche forti e coerenti di lotta al cambiamento climatico.

“E' mortificante che in Lombardia oggi si parli di autostrade come se fossimo all'inizio dell'era della motorizzazione di massa - dichiara Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia - e non ci si renda conto che il grave ritardo della nostra regione è invece sui servizi di mobilità collettiva: con il petrolio alle stelle è assurdo costruire nuove infrastrutture destinate a provocare l'aumento del traffico individuale”.

Legambiente inoltre contesta i dati sul ritardo autostradale della Lombardia snocciolati da Castelli: “Confrontare i dati pro-capite dello sviluppo della rete autostradale della metropoli lombarda – conclude l'Associazione - con quelli di un Paese come la Spagna che ha metà della popolazione sparsa su un territorio quasi doppio rispetto a quello dell'intera Italia è una vera e propria falsificazione”.

L'Ufficio stampa Legambiente Lombardia 02 87386480 – 349 1074971

In aula il Consiglio vota la Legge Cattaneo - Comunicato stampa 15.05.2008

Archivio comunicati Legambiente

Utente non registrato
utente:
password:
 
Legambiente è partner di
una alleanza per la
conservazione della biodiversità

il 5 per mille non ti costa nulla, ma può fare molto...
Le Aziende possono sostenere la tutela della Cicogna bianca. Le erogazioni liberali sono deducibili.
Un futuro sostenibile non è un sogno, dipende dal nostro impegno di oggi. Aiutaci a costruire un mondo capace di futuro.

Sostieni il programma nazionale di conservazione della Cicogna bianca.
Compila l'apposito form on-line. Il tuo avvistamento entrerà così a far parte del database nazionale degli avvistamenti di cicogne bianche.
Campagna nazionale di raccolta fondi per la conservazione della Cicogna bianca
Crediti     |      Mappa del sito     |      Termini d'uso     |      Privacy      © 2005 Associazione Olduvai Onlus Tutti i diritti riservati
Attenzione! Il sito su cui ti trovi non verrà più aggiornato in futuro. Per migliorare il servizio infatti Legambiente sta spostando tutta la comunicazione sul nuovo sito dell\'associazione. Potrai continuare a seguire i contenuti di questo sito e di altri su: http://lombardia.legambiente.it/. Ci scusiamo per il disagio. Legambiente Lombardia.